Convenzione

In virtù della convenzione firmata dal Presidente Ancona con l'ottica Acquaviva saranno applicati gli sconti e le agevolazioni seguenti ai  Soci ed ai familiari dei soci del Moto Club:

30% SU OCCHIALI DA VISTA;

30% SU OCCIALI DA SOLE

30% SU LENTI A CONTATTO DISPOSABLE

INOLTRE

CONTROLLO DELLA VISTA COMPUTERIZZATO GRATUITO

CONTROLLO DELLA PRESSIONE ENDOCULARE PER LA PREVENZIONE DEL GLAUCOMA.

Certi di aver fatto cosa gradita.

Presentatevi subito come soci o familiari del Moto Club, vi conviene...

Motitalia Web

 ULTIMO NUMERO

Luglio

http://www.federmoto.it/wp-content/uploads/sites/2/2016/07/Cop.-Motitalia-n.-6-2016-150x199.jpg

27500791_10211163140219656_5809044031122576467_o.jpg

Tgcom24

Tgcom24 contents
  1. Donnavventura: un gioiello francese, l'isola di Porquerolles

    Quest'isola è uno dei luoghi più protetti al mondo da un punto di vista ambientale, vi è, infatti, molta attenzione alla sua perfetta conservazione nel tempo, ed ecco il motivo dei numerosi divieti, tra cui il divieto di campeggiare, pescare, edificare, di circolare in automobile e di portare via conchiglie o piante. Qui l'uomo è solo un “gentile ospite”. Per questo motivo sull'isola si incontrano solo biciclette e gli unici rumori che si possono udire sono quelli delle cicale, del fruscio del vento e delle onde del mare.

     

    Uno dei punti più panoramici dell'isola è in corrispondenza de Le Moulin du Bonheur, il mulino della felicità, situato nel punto più alto; qui la vista è mozzafiato e si ha la sensazione di dominare tutto il golfo. Come tutte le piccole isole, il modo migliore per assaporarne ogni frammento della sua bellezza è navigando, lasciandosi cullare dalle onde mosse dal vento. 

    La storia di Porquerolles è molto curiosa, infatti nel 1912 l'imprenditore belga François Joseph Fournier, regalò alla moglie proprio quest'isola come dono di nozze. Il villaggio di Porquerolles è situato lungo la costa settentrionale e si sviluppa attorno al Porto. Il suo centro è Place d'Armes, dove gli isolani sono soliti incontrarsi per trascorrere il tempo con usi locali.

     

    L'entroterra esprime l'anima selvaggia e il carattere di Porquerolles. Qui la natura incontaminata ne fa da padrona. L'isola per il suo 80% fa parte del Parco nazionale di Port-Cros, ecco perché l'intero territorio è ricoperto da una folta e rigogliosa vegetazione tra vigneti, eucalipti e pini. 

    L'isola di Poruerolles è un vero e proprio paradiso naturale dove l'uomo è a stretto contatto con la natura, che rispetta profondamente godendone i suoi incredibili benefici.

  2. Abruzzo: sciare tra vette imponenti e antichi borghi

    L'Abruzzo ospita 21 località sciistiche e 9 tra i maggiori comprensori sciistici dell'Appennino, tra cui i più noti sono quello di Roccaraso, Rivisondoli, Campo Felice e Ovindoli, passando per la leggendaria stazione del Gran Sasso di Campo Imperatore fino a Pescasseroli, Passolanciano, Majeletta, Campo di Giove e Prati di Tivo. D'inverno l'Abruzzo offre inoltre piste di ghiaccio per il pattinaggio, escursioni nei parchi, visite guidate a borghi storici, castelli e musei aree protette ricche di sentieri e siti archeologici.

    Sci alpino e di fondo - Le aree degli alti rilievi montani sono perfette per la pratica dello sci alpino (la discesa), mentre la vastità dei numerosi altipiani, più o meno movimentati, offre luoghi ideali per la pratica dello sci nordico (il fondo) e lo sci escursionistico. Il ricco e vario panorama dei “domaines skiables” abruzzesi include stazioni particolarmente adatte allo sciatore di gusti sportivi e altre che possono accogliere nel modo migliore i principianti e i gruppi familiari. Tutte le stazioni invernali sono raggiungibili al massimo in un ora e mezzo dall'aeroporto di Pescara. L'eccezionale varietà degli ambienti naturali, il buon innevamento delle piste, che si protrae spesso fino a primavera inoltrata, consentono la pratica di ogni altro sport sulla neve oltre la discesa: innanzitutto il fondo, che in Abruzzo ha tradizioni gloriose e teatri di prim'ordine, sia agonistico che escursionistico. Le valli e gli altopiani che intervallano le montagne d'Abruzzo sono il terreno ideale per gli appassionati dello sci da fondo.

    Fuori pista - Per chi preferisce gli itinerari fuori pista, su tutti i massicci della regione, tra i numerosi boschi e gli ampi altopiani, sono possibili facili ed entusiasmanti avventure. Per chi cerca l'avventura dello sci di alta montagna, che permette di vivere al meglio i valichi e le vette più alte, l'Abruzzo rappresenta un ottimo terreno di gioco con numerose risorse naturali e comprensori perfetti anche per questa attività. Le pareti del Gran Sasso o l'ampio terrazzo della Majella, con vista sul mare o sulle altre cime, offrono teatri d'azione di eccezionale qualità, ma riservati ai soli esperti. È bene ricordare che questa pratica sportiva nasconde molti rischi legati alle condizioni della neve e alle insidie della montagna; occorre affidarsi a una guida alpina o aver frequentato un corso specifico.

    Con le ciaspole - Sempre maggiore è il numero degli escursionisti con le “ciaspole”; questo strumento che permette di camminare sul manto nevoso senza affondarvi riscuote sempre maggior successo in quanto consente di immergersi in scenari mozzafiato, tra faggete e pianori. Anche gli appassionati dello sled-dog, la corsa con le slitte trainate da mute di cani, non hanno difficoltà a praticare il loro sport preferito. Ovunque, in Abruzzo, l'amante della neve potrà soddisfare la sua passione, grazie alle numerose scuole, ai maestri di sci, le ottime guide alpine e accompagnatori di media montagna, gli uomini del CAI, le numerose e vivaci associazioni che raggruppano gli appassionati entusiasti delle novità sportive più trendy, e infine un efficiente Soccorso Alpino, capace di ogni tipo di intervento per l'assistenza al turista e allo sportivo.

    Relax assicurato - Bar e ristoranti, baite e rifugi si affacciano direttamente sulle piste, dando la possibilità di rilassarsi tra una discesa e l'altra, abbronzarsi sotto il mediterraneo sole della montagna d'Abruzzo, o scaldarsi allo scoppiettante fuoco di un camino. Dopo aver sciato c'è solo l'imbarazzo della scelta per proseguire la giornata e la serata, anche per chi ama fare le ore piccole tra musica e allegria. Gran parte delle principali località sciistiche abruzzesi fa perno su deliziosi borghi e paesi di montagna, molti dei quali hanno una storia millenaria e hanno saputo trasformarsi con garbo ed armonia. I loro centri storici, ben attrezzati con ristoranti e pub, bar e locali di ritrovo, vantano spesso palazzi e castelli, musei e chiese ricche di tesori d'arte, tutti da scoprire e ammirare.

    Per maggiori informazioni: www.abruzzoturismo.it

  3. Vivere bene: i luoghi del mondo in cui è sempre primavera

     

    ISOLE CANARIE, Spagna – Gran Canaria, Tenerife, Lanzarote, Fuerteventura, La Palma, La Gomera, El Hierro: sono le sette isole che compongono l'arcipelago. Politicamente appartengono alla Spagna, ma geograficamente si trovano al largo dell'Africa nord-occidentale, all'altezza del Marocco, nell'Oceano Atlantico, poco al di sopra del Tropico del Cancro. Il clima è mite tutto l'anno con una temperatura che varia tra i 24 e i 29 gradi di media: il sole splende quasi sempre, ma il clima è rinfrescato dagli alisei. 

     

    SAN DIEGO, California – Il clima favorevole è uno delle maggiori attrattive di questa città, nella quale si possono godere circa 300 giorni di sole all'anno. Nei mesi estivi il calore è mitigato dalle correnti settentrionali, mentre il tepore è assicurato dall'aria calda proveniente dal non lontano deserto: allo stesso tempo, le montagne che circondano la città proteggono la zona dalle perturbazioni, favorendo il bel tempo.

     

    SEYCHELLES E MAURITIUS – Un arcipelago e una singola isola molto diverse tra loro, ma con in comune un clima dolce e gradevole tutto l'anno. Situate al largo della costa africana, in pieno Oceano Indiano, tra l'India e il Madagascar, distano tra loro circa tre ore di volo. Sono mete turistiche celebri e molto ambite: difficile decidere quale sia la più bella: l'unica accortezza sta nel sapere che i mesi di dicembre e gennaio sono decisamente piovosi.  Il termometro oscilla tutto l'anno tra i 20 e i 30 gradi.  Non resta che scegliere: noi non ci siamo riusciti, per cui le proponiamo entrambe. 

     

    MALAGA, Spagna  - Siamo in Andalusia, la regione più a sud della Spagna. Il clima è molto secco: la scarsa umidità rende più sopportabili anche le temperature estive, decisamente elevate. Per fortuna il mare è a portata di mano e aiuta a sopportare gli ardori dell'estate: non per niente, il pomeriggio da queste parti è dedicato alla siesta, mentre la sera ci si scatena nel divertimento. Malaga ha uno splendido centro storico con belle zone pedonali per passeggiare e numerosi e animatissimi ristoranti e locali.  

     

    RIO DE JANEIRO. Brasile - Il clima a Rio de Janeiro è tropicale atlantico, con temperature medie annuali di 23 gradi. Il mese più fresco è luglio, in cui le minime oscillano intorno ai 17°C , mentre le massime sono intorno ai 24°C; il mese più caldo è gennaio, in cui la temperatura oscilla tra i  23  e i 29 gradi. I panorami della città e le sue molteplici bellezze sono mozzafiato e celebri in tutto il mondo. 

     

    SYDNEY, Australia – In un Paese che vive di estremi, Sydney rappresenta una felice eccezione: il clima non conosce gli eccessi di molte altre zone dell'Australia qui gli inverni non sono mai troppo freddi e le estati sono gradevoli. In riva al mare si possono praticare sport acquatici e molte attività sportive outdoor. 

     

    ANTIGUA, Caraibi – L'isola che si vanta di offrire ai visitatori una spiaggia diversa per ogni giorno dell'anno, ha un ottimo clima, con temperature costanti tra i 25 gradi di gennaio e febbraio, e i 28 dei mesi da giugno a settembre. Il pericolo più grande viene dagli uragani e dalle tempeste tropicali che si abbattono sui Caraibi soprattutto da agosto a ottobre.  

     

    O‘AHU, Hawaii – È la terza isola dell'arcipelago per dimensioni, con un clima dolce e stabile per tutto l'anno. Qui le temperature oscillano tra i 17 e i 29 gradi, tutti da godere sulle splendide spiagge e lungo i percorsi naturalistici e di trekking. Naturalmente, snorkeling e surf fanno la parte del leone.

     

    MEDELLIN, Colombia – Ci troviamo sulla Cordigliera delle Ande, nella parte centrale della Valle d'Aburrá. Questa città, importante centro di industria tessile, è attraversata dal fiume Río Medellín, ed è stata definita la “città dell'eterna primavera” per la sua temperatura che oscilla tra i 18 e i 28 gradi. Da qualche anno a questa parte la città sta vivendo una fase di grande fioritura, trasformandosi un luogo sicuro dedito alla cultura e allo sport.

     

    CAPE TOWN, Repubblica Sudafricana - Città del Capo è un punto magico della Terra, in cui l'Oceano Atlantico e l'Indiano mescolano le loro acque. Città del Capo ha un clima dolce anche nel pieno della stagione invernale, quando le minime raramente scendono sotto i 7-10 gradi mentre le massime estive sono intorno ai 26-28 gradi. Nella città coesistono antichi edifici in stile coloniale olandese e di epoca vittoriana, con moderni grattacieli e lussureggianti giardini botanici.

  4. Dieci siti (più uno) in cui è primavera tutto l'anno
  5. Donnavventura: Porquerolles e il suo cuore selvaggio

LINK UTILI COMUNE DI MARTINA FRANCA

Uffici del Comune

Orari di apertura, contatti

Innovazione e ricerca

ICT, app, wi-fi, dati aperti...

Trasporti e parcheggi

Parcheggi, trasporto pubblico, bicicletta, ....

Giovani

Informagiovani, eventi ed iniziative.

Sei a Martina!

La storia, le immagini, il territorio

Sociale e solidarietà

Persone disabili, anziani, persone in difficoltà ....

Cultura e patrimonio

Musei, biblioteche, conservatori, archivi,  …

Ambiente e spazi verdi

Parchi e giardini, biodiversità, igiene ....

Sposarsi a Martina

Matrimoni ed Unioni civili

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Moto Ambulanza Olanda

Una Yamaha FJR1300A come ambulanza

 Yamaha FJR1300A ambulanza

Gli amici olandesi sono sempre un passo avanti…
Finalmente dopo aver dotato la polizia di mezzo mondo con moto sempre più sportive e performanti, qualcuno ha pensato che potevano essere comode anche per salvare delle vite!
Ecco allora che la Yamaha che vedete in foto è stata arricchita di tutto il necessario per prestare pronto intervento sul posto.

Una specie di automedica su 2 ruote, fornita di sistemi GPRS e materiale d’uso per la rianimazione.
Un’iniziativa che in italia sarebbe sicuramente da adottare e che potrebbe tornare utile non solo ai motociclisti!
via | Motor-Magazine

Calendario eventi

L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

Previsioni

Who's On Line?

Abbiamo 17 visitatori e nessun utente online